Languages
home
chi siamo
la storia
l'associazione
i progetti
come aiutare
diario di bordo
news
media
articoli
links
download
contatti

Los Correos de la Mar

...news

 

 

24 Marzo 2009...Il s/y Goyave si é trattenuto alcuni giorni nel Porto Sportivo di Las Palmas e Daniel ci ha aiutato a preparare pacchi da consegnare in Senegal.

Il Goyave salpó carichissimo di materiale dei Corrieri del mare con una missione importante: trovare nuovi contatti nelle zone rurali del Senegal.


   

Il Goyave arrivó corretamente in Senegal anche se poco prima di Dakar fu raggiunto da una forte tormenta. Daniel ci invia molte informazioni e foto sui 5 mesi trascorsi in Senegal.
Daniel incontró a Dakar a Seynabou Ndour e Aissatou di ACRA e consegnó i primi pacchi dei Corrieri del Mare.

 

Il Goyave continua il suo viaggio nella regione del Saloum e ci manda un nuovo contatto a Djifer, un piccolo paesino della zona dove fanno scala molte barche che visitano questa regione. Daniel anche quí lascia alcuni pacchi a Karim Sene, capo dei pescatori di Djifer, che si occuperá di distribuire il materiale dei Corrieri.

A Sangako-Medina, a 3 Km di Toubacouta, Daniel scopre varie associazioni di donne che si occupano della vendita di pesce secco e di ostriche di fiume. Le sette associaciazioni di donne che ci sono a Sangako-Medina e che sono organizzate in cooperativa, per 5 giorni alla settimana fanno turni per cucinare per i 300 alunni e per gli insegnanti delle scuole elementari di Sangako. In questo modo, dice Daniel, pero lo meno una volta al giorno i bambini possono ricevere un buon pasto per tutta la settimana.
Daniel contatta la presidentessa di questa cooperativa, la Signora Fatou Sarr, perché sia lei il riferimento dei Corrieri del Mare e si occupi di distribuire il materiale tra le diverse associazioni.

 

Nella regione di Casamance, Daniel si reca a visitare a Inca e a Cecile di ACRA a Zinguinchor e le consegna un ventilatore e materiale didattico per la scuola di Coubanao.

Siccome ha ancora materiale dei Corrieri da consegnare, Daniel continua a ricorrere Casamance e facendo nuovi contatti per i Corrieri. Alla fine consegna il resto dei pacchi a diverse associazioni nei paesi di Cachouane, Carabane e Niomoune.

 

 

Mille grazie Daniel! Continueremo i contatti con tutti loro.


Las Palmas de Gran Canaria - martedì 18 novembre 2008

Davide Freschi, skipper del Gindungo, imbarcazione della nota associazione ANTARCTICA SAILING PROJECT nonchè fondatore dell’associazione CORREOS DE LA MAR racconta:
“…non posso fare a meno di tornare all’anno 1996…. una permanenza forzata in Sào Vicente e venivo a scoprire una realta’ lontana anni luce dal nostro modo di vivere occidentale: la rassegnata e dignitosa povertà della gente, i bambini che vivevano per la strada, i “ragazzi della spiaggia” che si facevano coraggiosamente avanti chiedendo se potevano lavorare per te…

   

Vivevo quei giorni e quelle settimane una quotidiana realtà fatta di periferie, di favelas, di persone e di famiglie. Il vivere alla giornata, giorno dopo giorno, per sopravvivere… Quanti bambini, quanti bambini soli…
Quella fu in assoluto la mia prima esperienza di tipo… umanitario, impossibile dimenticare quei sorrisi… ed il cuore si colmava di una nuova gioia!...”

Anno 2008: oggi a Capo Verde arrivano tante barche, oggi arrivano molti “Corrieri del Mare”……

   

Correos de La Mar nasce da un’ idea comune, dalla voglia di alcune persone di fare del proprio viaggio un’occasione per portare la propria solidarietà lungo la propria rotta.
Un associazione di persone che spesso hanno preso la decisione di viaggiare per lunghi periodi, anche in barca, e che si sono date la possibilità di vivere i luoghi del loro viaggio in modo riflessivo, e di osservare più a fondo alcuni aspetti dei paesi che vanno visitando, realtà belle e realtà meno belle.

Realtà fatte di grandi ricchezze umane, ma a volte fatte anche di grandi povertà materiali, culturali, a volte fatte di tanta voglia di fare, anche di fronte alla totale mancanza di mezzi.
Sono oggi passati due anni e i Corrieri del Mare continuano ad inviare a scuole ed altre associazioni umanitarie gli aiuti raccolti, smistati e caricati sulle barche dei volontari con rotte verso Africa ed America Latina: vestiti, giocattoli, materiale scolastico, computer, ….

“Veleggiare sulle ali della solidarietà”

Ciò che l’associazione si prefigge è istituire una rete di “Corrieri” attivi che si adoperino non solo a trasportare con le proprie imbarcazioni risorse di qualsiasi tipo, ma in primo luogo si adoperino a costituire una database di informazioni che individuino situazioni bisognose, progetti sociali, che serva a far si che i nostri piccoli grandi aiuti arrivino direttamente nelle mani di chi ha bisogno, e soprattutto che viaggino a destinazione senza costi.
Correos del La Mar nasce dall’avere realizzato che esistono molte persone che hanno possibilità e voglia di fare ma che spesso non trovano il mezzo con cui attivarsi, offrendo un mezzo funzionale a queste energie naviganti.
Un idea che si sta affermando nei consensi e le adesioni che ha riscosso in questo breve tempo di esistenza. Segno positivo che ci fa credere che l’idea funzioni.

   

…Carissimi amici, siamo felici di comunicare a tutti coloro che hanno manifestato interesse e offerto il loro appoggio a “Correos del La Mar”, che la nostra attività sta crescendo.
Cresce con i progetti e con le consegne, ma soprattutto cresce interesse da parte di molti naviganti e non. Un interesse che rinnova la nostra energia nel cercare di perfezionare la logistica ed essere sempre meglio organizzati.
Stiamo cercando a questo proposito nuovi volontari che vogliano prendere parte a questa bellissima avventura umana.
Essere corrieri non è solo trasportare qualcosa, il nostro lavoro è soprattutto organizzare una rete di mezzi e di informazioni: quindi raccogliere dati e notizie su organizzazioni e su situazioni sociali che possono essere centro di un nuovo progetto e preparare la strada per i prossimi che arriveranno.
Lanciamo a questo proposito un’appello a tutti coloro i quali hanno la disponibilità di spazi coperti in Gran Canaria di metterli a disposizione dell’associazione, l’aquisizione di un nuovo magazzino è di fondamentale importanza in quanto ci permetterebbe di ampliare il nostro raggio di azione nonchè faciliterebbe tutte le operazioni logistiche.
Tutti possono partecipare, anche chi non ha una rotta verso uno dei paesi dove noi abbiamo progetti in corso, grazie alla base logistica dei Corrieri presente nella città di Las Palmas (sempre attiva), sarà possibile depositare questi aiuti, i corrieri li consegneranno per voi.

   

Ovviamente la ricerca di materiali da inviare ai progetti resta in primo piano insieme all’obbiettivo di organizzare un nuovo magazzino dove poterli raccogliere.
Abbiamo inoltre bisogno di collaborazione con aziende di trasporti che ci possano garantire lo spostamento dei materiali raccolti sui territori nazionali nei paesi di origine dei volontari in modo da poter raggiungere facilmente i porti di imbarco.
Sarà importante costituire in futuro altre basi e per questo siamo alla ricerca di volontari che nel loro paese possano aiutarci a conseguire questo obiettivo.
Sarà fondamentale il lavoro di comunicazione e di informazione che i Corrieri andranno a svolgere anche con il vostro aiuto perchè ognuno di noi può essere un volontario ed aiutare il progetto ad andare avanti. Si possono raccogliere informazioni e aiuti ovunque, si possono coinvolgere altre associazioni e altre persone.
Facciamo in modo che le nostre rotte siano sempre più numerose , al fine di diminuire le distanze che separano tutti i popoli.
Portare aiuti non è sufficiente a restituire la dignità agli uomini, bensì renderli via via autosufficienti.
 

Davide Freschi


   

CONFERENZA STAMPA...

 

Martedì 18 novembre 2008 alle ore 11:00

Presso la sede della Federazione della Vela Latina

 

Muelle Deportivo de Las Palmas de Gran Canaria

 

CONFERENZA STAMPA

 

"I CORRIERI DEL MARE COMPIONO DUE ANNI"

 

Velieri spinti da un aliseo solidale

Il grande lavoro svolto ed i programmi futuri.


Novembre 2008 ... SPECIALE ARC

CARI AMICI, I CORRIERI SONO PRESENTI A LAS PALMAS DE GRAN CANARIA.

In occasione dell'annuale regata A.R.C., come l'anno passato, abbiamo organizzato tre giorni di raccolta al parcheggio del marina "Muelle Deportivo" vicino al pontile 13 nei giorni lunedì 17 e mercoledì 19 dalle 15:00 alle 18:30; e venerdì 21 dalle 10:00 alle 13:00.

   

QUESTO MESSAGGIO E' RIVOLTO A TUTTI GLI EQUIPAGGI DELL'A.R.C. presenti questa settimana sui pontili del marina:

volete alleggerire il carico delle vostre barche prima della regata? Le cose che a voi non servono più saranno usate per aiutare persone bisognose.

RACCOGLIAMO: biciclette, tv, radio, sacchi a pelo, batterie, materiale nautico... tutto ciò che pesa e che i volontari dei Corrieri del Mare possono vendere ad un prezzo simbolico e poter comprare materiale scolastico ed aiutare la nostra associazione a continuare il suo lavoro.

Come già sapete I Corrieri del Mare inviano a scuole ed altre associazioni umanitarie in Senegal, Capo Verde, Brasile gli aiuti raccolti: vestiti, giocattoli, materiale scolastico, computer, macchine da cucire, cucine, ventilatori, materiale ortopedico.

QUESTO MESSAGGIO E' RIVOLTO A TUTTI GLI EQUIPAGGI DELL'A.R.C.

TORNERETE L'ANNO PROSSIMO?

Portate materiali dai vostri paesi, saranno ritirati dai volontari dei Corrieri del Mare nella nostra base di Las Palmas de Gran Canaria.

Gli aiuti verranno smistati e caricati poi sulle barche dei volontari Corrieri con rotte verso Africa ed America Latina.

Non dimenticate di parlare di noi in tutti i paesi in cui attraccherete... questo servirà per nuovi contatti e collaborazioni.


Settembre 2007...Danièle, Rémy e Candice Eckert del s/y VENT DE FOLIE stettero in casa verificando i computers e facendo pacchi prima di partire verso Senegal.
Danièle e Remy mandarono un articolo sui Corrieri del Mare all'associazione di navigatori SAIL THE World (STW) e ci misero in contatto con loro. A STW gli piacque la nostra iniziativa ed aggiunsero un spazio di solidarietà nel loro pagina web con un articolo sui Corrieri del Mare.
Danièle e Rémy ci presentarono ad altre barche che si sono sommati già ai Corrieri del Mare.

Verificando i computer in casa con Rémy e Danièle prima di mandarli a Dakar. Si controllarono computer, stampanti, faxs... ed altri apparati.

Danièle fece dei vestiti alle bambole per non inviarle nude.
Grazie Danièle!

Il Vent de Folie è ora carico con vestiti che vengono della Francia, cose che gli demmo noi e vari oggetti che hanno continuato a raccogliere durante il loro viaggio per le Isole Canarie salperá tra poco verso Senegal per fare la consegna a Dakar ed Ziguinchor.


Andrea Marini - agosto 2007

Carissimi amici, con questa lettera vogliamo comunicare a tutti coloro che in questi due anni hanno manifestato interesse e offerto il loro appoggio a “Correos del La Mar”, che la nostra attività sta continuando.

Sta continuando con i progetti e con le consegne di materiali, sta continuando a suscitare interesse da parte di molti naviganti e non.

Un Interesse che rinnova la nostra energia nel cercare di crescere ed essere sempre meglio organizzati.


Il prossimo obiettivo è quello di costituire un associazione anche in Italia da affiancare ai Correos spagnoli. Un passo che ci permetterà di muoverci meglio a livello organizzativo, un passo importante che ci permetterà di avviare cammini di partenariato e collaborazione con altre realtà a noi simili già esistenti in Italia.


Stiamo cercando a questo proposito volontari che vogliano prendere parte a questo primo passo di fondazione per poi continuare il proprio lavoro all’interno della nuova associazione.
Il programma dei lavori che attende la nuova associazione non appena sarà costituita si presenta già fitto di appuntamenti ed obbiettivi.
Anche questo anno torneremo a presentarci alla stampa al Teatro del Mare all'interno del Salone Internazionale della Nautica di Genova.


Altro impegno è quello di presentarci a tutti i circoli nautici di Italia per raccogliere sempre più adesioni da parte di naviganti.
Ci stiamo anche attivando per trovare una collaborazione con aziende di trasporti che ci possa garantire la movimentazione dei materiali raccolti sul territorio nazionale in modo da poter raggiungere facilmente i porti di imbarco.


Ovviamente la ricerca di materiali da inviare ai progetti resta in primo piano insieme all’obbiettivo di organizzare un magazzino dove poterle raccogliere.

Andrea Marini

 

Benissimo Andrea, speriamo che il nostro appello venga raccolto dal più alto numero di persone... Un caro saluto da tutti  Davide


Marktel Manfred - luglio 2007

Il mondo è veramente piccolo, e ancora una volta il Popolo del Mare non smentisce i suoi principi di solidarietà! Nuovi contatti arrivano da un vecchio lupo di mare, è l'amico Manfred che ci scrive:

Ciao Davide, come è la vita, senza pensarci, senza volere, ci siamo ritrovati in circostanze molto belle.
... i riferimenti dei padri francescani sono Padre Ottavio di Mondovi, il telefono è  338 420685; sull’isola di Sao Nicolao, a Tarafal,  c'è Padre Pietro 002382361143, il suo indirizzo e-mail è
fiasco12300@yahoo.it

I frati, come ti avevo accennato sono presenti anche a Mindelo, S.Antonio, Fogo, Brava, Sal e naturalmente hanno una sede anche a Praia. Penso che loro sarebbero un ottimo canale di distribuzione per tutto quello che arriva dalle Canarie. Loro hanno creato quasi tutte le scuole elementari e asili nido dell’arcipelago e conoscono tutto quello che è da conoscere.
.......
A presto 
Manfred

   

Martha - Aiuti in consegna - Padre Pietro

E così abbiamo un altro corriere, dopo l'incontro con Martha alle Canarie anche Manfred ha eseguito la sua consegna per Los Correos de La Mar, destino Capo Verde dove Manfred aveva già dei contatti...

Grazie Manfred e a presto.


...giugno 2007 - Las Palmas de G.C. - Ci hanno regalato degli scafali ed in un fine settimana le abbiamo montate con Pili, Alberto, Yolanda, Alicia, Juanfra, Alejandro y Oscar.

     


Padre Pietro de Tarrafal, San Nicolau- maggio 2007

Manfred Marktel ci ha messo in contatto con Padre Pietro de Tarrafal, San Nicolau.

Padre Pietro ci scrive per ringraziarci:

Cara Martha,
Manfred é arrivato qui a Tarrafal ieri sera ed é ripartito
stamattina verso le 10 per il Brasile. Mi ha parlato molto bene di te e della vostra associazione. Sono rimasto impressionato. Ho visto il depliant che mi ha portato ed ho visto le molte attività a cui vi dedicate per aiutare chi bisogno. Grazie.
Grazie per ció che avete mandato. I pannoloni li ho consegnati all'ospedale, che ne ha sempre bisogno. Ora ti parlo un pó di noi.
Siamo una parrocchia di recente creazione (4/10/2005). Ed ancora non abbiamo un centro parrocchiale, ne una chiesa e neppure una casa parrocchiale. Non si puó fare tutto in una volta. Con fatiche e ricorrendo ad amici in Italia, stiamo facendo fronte alle neccessitá primarie del centro parrocchiale. Vorremmo che servisse ai giovani, oltre che alle altre attività parrocchiali.
Quindi ci servirebbero dei computer, con stampante, una fotocopiatrice, macchine da cucire, elettriche e manuali o a pedale. Dal 2001 abbiamo 5 asili nella parrocchia, uno a Tarrafal, il centro, con circa 230 bambini, e gli altri 4 sparsi nel territorio, con circa una trentina di bimbi per asilo. I bambini sono figli di poveri e solo una piccola parte puó pagare qualcosa. La spesa media mensile per i 5 asili é di 4 mila euro. Spesa che in parte é coperta dagli amici italiani, ma non sempre basta. Come vedi, quaderni, lapis etc. ci andrebbero benissimo, oltre ai vestitini per i bambini.
Inoltre abbiamo un ospedale realizzato dal governo del Lussemburgo, ma sempre senza medicinali, quindi anche quelli ci farebbero molto comodo.
Il mio indirizzo postale é: P.Pedro De Marchi - C.P.3 Tarrafal S.N. - Cabo
Verde.
Il Telefono é: 2 361143.- L'email ce l'hai nel messaggio. Mi puoi scrivere e tenerti in contatto. Manfred mi disse che avete un buon numero di persone che vengono a Capo Verde. Dai a loro il mio telefono, e quando arrivano, io vado a bordo a trovarle.

Ti ringrazio per tutto ció che potrai fare per noi.

Un caro saluto.

Padre Pietro.


Toby e Verena - maggio 2007

Toby Bechtel e Verena Stieger hanno mandato le foto delle loro consegne ed un estratto del loro diario di bordo.

 

 

Scrivono a Martha dal Gambia e Senegal il 10 Gennaio 2007 e pubblichiamo qui di seguito la loro testimonianza:

 

   


Dear Martha,
We hope you are well and have enjoyed the festivities in Gran Canaria!
We arrived safe and sound in Dakar, Senegal. Later we spent a week in the river Saloum and then proceeded to The Gambia. We motored and sailed far up the river and visited many villages. Most of them were quite poor communities but had some basic facilities.
When we came past the village of Kudang Tenda, we were taken aback by the poverty, the begging of the children to please take them along on our boat, the lack of facilities, no electricity. We decided to leave two of our bags with clothes destined for Africa at this place. We handed the bags over to the chief of the village who thanked us and in particular the people of "Correos de la Mar" warm-heartedly for the clothes. The children there really do need them, most were dressed in rags.
The chief mentioned to us that the village desperately needs a school. The nearest school is some 5km away, too far for the kids to walk in the heat of the day, therefore most of them don't go to school. We told him about "Correos de la Mar" and that you are a young organisation with very limited funds. If you know of an association which could assist in this project, the help would be very very appreciated.

Here are the details about the village:
- Kudang Tenda, River Gambia, South of Deer Island, 13 41.38N, 015 04,65W
- Name of the Chief: Mr. Abdullahmasaa. He cannot read, does not speak English, but some French.
- Mobile Phone: 771 18 44 (one of the 3 telephones of the village!)


   


Then we sailed to the river Casamance in Senegal and some days ago arrived in Ziguinchor. Generally, the people of Senegal appear to be better off than the Gambians. There are projects running in many places and there is much hope here for a better future. We assume that the different political situations are somehow responsible for this.

We contacted Cecile of ACRA Ziguinchor and she arranged a visit to the village where they have helped with the building of a pre-school for children 0 to 6 years old. Mariella and Ismail from ACRA drove us to the village named Coubanao, situated about 30km NE of Ziguinchor. There we were very officially welcomed by Mr. Arona Babacar Sane and his team of the K.D.E.S. (Kalounayes pour le Developpment Economique et Social) and he introduced us to the projects of the Association.
We then proceeded to the temporary pre-school and handed over a children backpack with clothes and a big bag with fluffy toys to the staff of the school, who thanked us very much for it. All the 127 children were giving us the hand to thank!
Then the officials took us to the new school building, which will be opened in only a few days! It is a well constructed new building and the community is rightly proud of it.
The K.D.E.S. is busy in many other sectors of the community. In 13 villages around water pipes are being laid out to the houses; almost half the population already has a water tap on his premises.
A computer center with ADLS internet is available to all, they have 9 computers and school children as well as adults are learning to use it.
Education is high up on the agenda. "We try to tell them that Europe is not paradise, that we can build our very own paradise right here", and I think they are slowly succeeding.
The European community lately allowed them a grant of ? 1 million to support their projects. The president can be reached via e-mail at: kdeskalounaye@yahoo.fr

The school project of ACRA is now finished and closed, but further help with clothes is certainly always welcome, either via ACRA or direct via KDES.

In our personal opinion, however, the people of Gambia need more help.
Unfortunately we have not managed to find a responsible association who could act as a link for you and receive goods from sailors.

In a few days we sail over the Atlantic to Salvador de Bahia to hand over the 4 remaining bags we have on board.

 

     


With separate mails we send you some pictures from Kudang Tenda in The Gambia and from Coubanao in Senegal. We send them from our Yahoo address because they are too large for our winlink e-mail system on board. If you want to contact us, please do not use the yahoo address, use our  ZD7SAN@winlink.org
 address.
At the same time we also send you our "sailing tales" for the last two months, with pictures, so that you can see what we do all the time.

With kind regards from Africa,
Toby and Verena
S/Y SANGOMA


Martha, Christine e Flo - maggio 2007

Ecco alcune immagini arrivate da Las Palmas di Martha che con Christine e Flo del veliero Pickwick stanno sistemando alcune cose per la prossima spedizione dei Corrieri del Mare.

...Hacía mucho calor y les dimos un buen baño a las muñecas .... y hasta se contaron las piezas de un puzzle para ver si estaba completo.... solo había 997 piezas (faltaron 3 - que pena!)...

Un bacio a tutte le volontarie dei Corrieri.

       


Martha da Las Palmas - maggio 2007

Martha ci scrive che Locacita-Thilda, la barca di Dominique, Michel, Mathilde y Eymeric partita da Las Palmas a febbraio con materiale per Ziguinchor e Salvador de Bahía:

 

...El velero Locacita-Thilda de Dominique, Michel, Mathilde y Eymeric salió de Las Palmas en febrero con material para Ziguinchor y para Salvador de Bahía.

Nos mandan un mail contandonos que hicieron la entrega a ACRA en Ziguinchor el 4 de mayo pero tienen problemas para mandar las fotos. Nos dicen que nos mandaran las fotos desde Brasil pero aún no hemos tenido noticias...

 

Ok Martha! Aspettiamo con ansia anche la testimonianza degli amici del Locacita.

 

Un buon vento e favorevole a tutti i Corrieri che si trovano in navigazione!


Martha da Las Palmas - aprile 2007

La nostra carissima Martha ci scrive da Las Palmas che a casa sua ha organizzato anche quest'anno per Pasqua una festa per bambini, nipotini, amici dei nipotini ecc... fantastico: con loro ha raccolto materiale per le scuole dei Corrieri del Mare...

 

...Hace unos años que organizo en casa una fiesta de Pascua para mis sobrinos y para los hijos de mis amigos. Nos reunimos el fin de semana de Pascua en abril para pintar huevos de Pascua para luego esconderlos. Este año cobré la entrada: les pedí a los niños que trajeran material escolar para Los Correos de la Mar. Te mando unas fotos con el resultado...

 

Bene Martha, sei fantastica come sempre! Un abbraccio da tutti noi.

Davide

 


4 Febbraio 2007
Anton y Michou Jongejans del velero Groyabada llevaron algunos paquetes con ropa y medicinas a Zinguinchor. Nos cuentan que le gusta mucho Senegal. Hicieron la entrega en la asociacion ACRA en Zinguinchor.

Antón y Michou nos escriben:
Bonjour Martha, bien recu ton mail.

Nous esperons que ta voix est en cours de retablissement.
Nous avons livre les habits et les medicament a ACRA,ici a Ziguinchor.
Nous avons vu Cecile et aussi Mariella. Mardi, nous devrions aller avec elles a l'orphelinat.
Je t'ecrirai plus longuement a notre retour. La Casamance nous plait beaucoup.Les habitants sont charmants. Groetjes


Anton et Michou


Vi racconto una storia...
di Simone Canova

In uno sperduto e molto rurale villaggio di un paese povero, emergente, in via di sviluppo, ma pur sempre povero, ci sono due agricoltori birifor (etnia locale) che piantano il loro mais nei pressi di un abbeveratoio a cui un allevatore peul, altra etnia locale, si serve per dare da bere alle sue mucche.
Discutono finche' i due birifor e il peul finiscono per scontrarsi e l'allevatore ferisce entrambi gli agricoltori, mandandone uno all'ospedale con un colpo di macete.
I due allevatori chiamano i loro amici e danno fuoco ai tetti in paglia di alcune case peul. Tra queste c'e' anche la casa di Issa (leggasi Issa'), che in tutta questa storia non c'entrava nulla, ma che ha dovuto spedire la moglie e il figlio appena nato dalla suocera, fino a data da destinarsi.
Ecco, se dovessi pensare a qualcuno a cui dedicare un particolare augurio per un buon 2007, questi sarebbe Issa, 35 anni forse, non sa in che anno e' nato precisamente, burkinabe' del villaggio di Loto, la persona piu' buona, umile, semplice e istintiva, che ho incontrato nella mia vita.
Quando la mattina mi sveglio Issa e' gia' in piedi, vestito, pronto. Mi saluta col suo francese imparato per sentito dire, mi domanda sempre se ho ben dormito e poi stringendo i pugni mi chiede se ho la forza.
Issa puo' fare tutto: bisogna riparare una ruota bucata della bicicletta? Issa conosce l'albero da cui rami si puo' estrarre una colla naturale e ha visto riparare una ruota. Issa lo sa fare. E se non lo sa fare, guarda e poi lo sa fare.
Issa conosce le piante da cui si possono estrarre corde, legni duri o morbidi. Sa dove trovarle, come tagliarle. Issa e' anche cacciatore e se non riesce a prendere nulla, sa da chi andare per fare un baratto.
Se hai bisogno di un aiuto e chiami Issa, lui arriva. Ma c'e' anche quando non ti serve nulla, lui aspetta vicino a te. Aiuta senza nulla chiedere in cambio, senza nulla pretendere.
Se lui ti chiede una cosa e tu gliela passi, Issa ti ringrazia, sempre. Se spostiamo, a mano, dei mattoni facendo una catena di passaggi, Issa ti ringrazia quasi a ogni mattone. Forse qui e' l'unico che ha capito quello che stiamo facendo, forse no, ma lui c'e' ogni mattina.
Quando gli abbiamo detto che lo avremmo pagato 21mila CFA al mese, piu' il vitto, circa il doppio di quello che abbiamo sentito dire che paga la "cooperazione", Issa ha risposto che potevamo dargli 20mila CFA al mese e tenere i 1000 per acquistare il cibo per tutti.
Issa e' cosi', e' la vera Africa, nera, onesta, sudata dal lavoro sulla propria terra. Quell'Africa che se oggi c'e' da mangiare, mangia, se non c'e' niente pazienza, domani, forse...
Issa non si fa la doccia dentro la doccia che abbiamo costruito, lui si lava fuori, dietro la doccia. Non si asciuga perche' non ha mai posseduto un asciugamano, ma tanto c'e' il vento e il sole.
Forse ha solo due vestiti, uno per lavorare, uno per dopo che si e' lavato. Dico forse perche' sono solo due settimane che gli vedo indossare gli stessi due abiti.
Issa non ha scarpe, solo un paio di ciabatte, lavora quasi tutto il giorno scalzo.
La sera e' fresco , in Burkina Faso e' inverno, ci saranno 25 gradi, Issa indossa un capello di lana.
Quando mangia Issa non butta via niente. Di un ananas non butta nemmeno la cima verde, perche' domani la piantera' e le dara' acqua. Della papaia recupera i semi neri, alcuni li pianta, altri li fa seccare perche' possono servire come medicina per il mal di pancia.
Una mattina e' arrivato succhiando uno stelo di legno. Aveva la tosse.
Avevo un po' di tosse anch'io e da quel giorno mi ha portato tutte le mattine lo stelo da ciucciare. Ora la tosse ci e' passata.
Non l'ho mai visto triste, forse a volte e' preoccupato, ma ti ringrazia, piega la schiena e continua.
La maggior parte dei giorni Issa e' semplicemente felice, fa ridere per come parla, per come si muove, per come imita di essere al telefono con Doriana in Italia, e ringrazia.
Ecco, se dovessi chiedere un 2007 migliore per qualcuno, questi sarebbe certamente Issa.
Scrivo da un villaggio rurale e sperduto del Burkina Faso, Issa e' seduto vicino a me e mi guarda battere i tasti. Non sa che sto parlando di lui ma mi sorride e ringrazia.
Oggi abbiamo sollevato e posato il tetto nuovo della sua casa.
Per dovere di cronaca segnalo che il peul che ha aggredito i due agricoltori si e' fatto una settimana di prigione.
Buon anno a tutti dal Burkina Faso.

Simone Canova


Martha da Las Palmas - 17 novembre 2006

La nostra carissima Martha ci scrive da Las Palmas che lunedì 6 novembre 2006 altri Corrieri sono partiti.

...el lunes pasado (6 novembre 2006) salió otro Correo de la Mar. Toby Bechtel y Verena Stieger (suizos) residentes en Sudafrica (ahora residentes en el velero SANGOMA) se llevaron material (ropa de niños y juguetes) al sur de Senegal (ACRA) y mas adelante Brasil: juguetes, material escolar: libretas, lapices, ... ropa para teatro- algo de carnaval que puede servir para la escuela de Ednaldo.

Esperan entregarlos a nuestro contactos... también llevan folletos informativos de CdM en inglés, francés y español para distribuirlos durante su viaje. Cuando hagan las entregas nos mandarán un mail...

 

Martha racconta anche di un piccolo inconveniente che speriamo non accada più:

 

... me dice Iside que el ordenador que mandamos a Dakar con Philippe no funciona... A partir de ahora comprobaremos que los ordenadores funcionan antes de mandarlos. (En unos día nos traen dos ordenadores más)

 

Sicuramente controlleremo da ora in poi !!!

El almacen se sigue llenando (ropa, cochecitos de bebé, maquinas de escribir, juguetes... y yo he comprado bastante material escolar (libretas, lápices, colores, blocks de dibujo...)

...es mi regalo de navidad para CdM.

 

Bene Martha, sei fantastica e molto generosa, siamo fieri di averti tra i nostri! Un abbraccio da tutti noi.

Davide

 

   

Jean François Mouillac con Evelyne ed Hervé Broussard con la loro barca PAPA DJO, partiti il mese passato da Las Palmas, hanno effettuato la loro consegna in Casamance.

   


TOMMASO da Milano - 16 NOVEMBRE 2006

Caro Tommaso, noi tutti ti ringraziamo della disponibilità, personalmente posso dirti che puoi contattarmi e se nel periodo di Natale sei libero, puoi raggiungermi per navigare un pò in Sud America, a presto Davide.

 

"Salve a tutti voi Corrieri del Mare!
Mi chiamo Tommaso Concato e sono un ragazzo di 19 anni, di Milano. Mi ritengo un grande amante del mare e della vela, tanto che ho deciso di farne la mia professione: ora sto studiando Yacht and Powercraft design a Southampton.
Mentre stavo sfogliando Nautica di Settembre sono rimasto molto colpito dall'articolo su Antartica e sui Corrieri del Mare, la trovo una grande iniziativa. Complimenti! Mi piacerebbe davvero partecipare come volontario "in loco", insegnando materie utili ai ragazzi, che potranno aiutarli a crearsi un futuro. Come penso di potervi essere utile?

Parlo e scrivo senza problemi in inglese (l'anno scorso ero in Arkansas, US, a fare il mio ultimo anno di liceo e ora sto studiando in UK) Mi sento ferrato in Matematica, Fisica, Informatica (hardware e software, Windows e Mac)e, come già detto, Inglese.

Ho un pochino di esperienza di insegnamento (ho passato un mese e mezzo quest' estate ad insegnare vela a ragazzi dai 6 ai 14 anni all'idroscalo di Milano, con la Lega Navale) ed è da 13 anni che passo la maggior parte del mio tempo in una classe, con dei professori che cercano di passarmi alcune delle loro conoscenze... mi piacerebbe avere delle informazioni in più su di voi, quello che fate, cosa vuole dire davvero essere un volontario a Las Palmas o Salvador de Bahia e se è possibile fare già qualche cosa durante queste vacanze Natale. Grazie per la vostra attenzione!
Spero di ricevere presto vostre notizie. Un saluto
Tommy"


NADIA da Milano - 8 NOVEMBRE 2006

Davide: Salve ragazzi, le vostre mail continuano ad arrivare numerose, e tutte interessanti in quanto non fanno che aumentare la nostra energia e rafforzare le motivazioni che ci spingono a continuare il lavoro iniziato a Las Palmas, realizzare gli obiettivi dei Corrieri diventa sempre più facile... Nadia già opera con un'altra associazione, siamo contenti che le collaborazioni aumentino, e che dire, benvenuta Nadia e benvenuti Bambini nel Deserto...

 

Nadia scrive: "...mi presento, sono Nadia, volontaria di Bambini nel Deserto, un'associazione tutta di volontari che si occupa di portare sostegno nei paesi dell'africa Sahariana e altre zone, con consegna materiale scolastico, sanitario, vestiario, e costruzione di scuole, pozzi, orti, infermerie....dal sito potete, se interessati, vedere tutti i progetti.

www.bambinineldeserto.org

Comunque la cosa che mi ha spinto a contattare Davide è stato un articolo apparso su Nautica... che adoro. Mi è sembrata una splendida iniziativa per unire la passione per il mare ... e la voglia di aiutare certi popoli e certe terre.
Da parte mia c'è massima disponibilità in termini di partenza (con un certo preavviso) e di fornitura materiale... noi abbiamo una certa quantità di vestiario e materiale scolastico sempre a disposizione... per materiale sanitario facciamo raccolte ad hoc. Comunque è possibile accordarsi, noi di solito trasportiamo ogni volta che qualcuno scende, o in aereo, o in nave o in jeep... se ora attiviamo la collaborazione con voi, sarebbe fantastico aggiungere tra i nostri mezzi di trasporto anche le barche a vela!
E non mi dispiacerebbe fare parte di un equipaggio!
Io mi occupo anche dell'aspetto comunicazione ed eventi, quindi non sarebbe male organizzare una festa, una serata o altro per lanciare anche solo "verbalmente" questa bella collaborazione... qui a Milano ho già contattato un paio di scuole nautiche che organizzano viaggi in vela e affittano barche per vacanze... in attesa di vostre risposte, vi saluto!
ciao, Nadia


Nadia Toppino
Resp. Marketing e Comunicazione BnD Onlus
mobile 339-6657311

nadia.toppino@bambinineldeserto.org
www.bambinineldeserto.org

 

Bene Nadia, molti Corrieri sono in navigazione, altri stanno per partire, sei invitata a bordo: comunica le tue disponibilità di tempo per novembre e dicembre e ti risponderemo quanto prima.

Ciao Davide


COMUNICATO n°2 - 11 ottobre 2006

Il giorno 11 ottobre 2006 alle ore 15:00 all'interno del Salone Nautico di Genova, presso la struttura del Teatro del Mare, i rappresentanti del team di Antarctica Sailing Project hanno intrattenuto i presenti aggiornandoli sugli sviluppi del progetto omonimo e raccontando la prima parte del viaggio del cutter Gindungo.
I relatori racconteranno della nascita a Las Palmas di Gran Canaria dei CORRIERI DEL MARE e degli sviluppi che ne sono derivati a livello internazionale.
Senegal, Capo Verde, Panama, Brasile, Costa Rica... sono solo i primi tra i paesi dove i Corrieri sbarcano...
Volontari presenti a Gran Canaria stanno lavorando per organizzare i prossimi trasporti dei potenziali nuovi corrieri che raggiungeranno la capitale Canaria a Novembre in occasione della famosa regata A.R.C.  Molte imbarcazioni navigheranno quest'anno spinti da un

 

"aliseo solidale"


Al suo arrivo a Buenos Aires il cutter Gindungo sarà alato in un cantiere per necessari lavori di manutenzione ordinaria e Davide Freschi, il responsabile di A.S.P. e delle relazioni internazionali dei C.d.M., riprenderà il suo lavoro di Corriere per organizzare la seconda base di questa giovane Associazione nata a febbraio di quest’anno.

Anche le rotte Sud Americane saranno solcate dalla solidarietà dei Corrieri del Mare.


Riccardo da Milano - 11 settembre 2006

 

Ieri sera arrivava questa mail da Riccardo di Milano.

Sono felice di costatare che molti di voi si stanno attivando e chiedono di fare qualcosa, di partecipare, ebbene, ci stiamo organizzando affinché tutti possano dare il loro contributo, in un modo o nell'altro

... grazie a voi tutti!

"Sono un medico infettivologo di Milano appassionato di vela (pur non possedendo una barca); qualora aveste intenzione di realizzare un progetto in ambito sanitario sarei felicissimo di poter collaborare in qualsiasi modo riteniate utile (cercando di raccogliere materiale, fornendo consulenze, impegnandomi sul campo).
Ho recentemente avuto la possibilità di partecipare ad un viaggio in vela alle isole Solomon, constatando che in alcuni villaggi remoti la barca a vela potrebbe realmente costituire il mezzo più idoneo a portare aiuti.
A presto, Riccardo"

 

Grazie Riccardo da noi tutti e ... benvenuto tra i Corrieri


Doreen e Mathias del VELA BIANCA - 7 settembre 2006

 

Da Vela Bianca che sta navigando nel Sud del Senegal arriva finalmente una e-mail:

... Querida Marta, Querida Magali, Querido Davide, Querido Andrea, espero que vosotros estais bien! Finalmente he una conexión Internet! Aquí en el Sur del Senegal en la Casamance teléfono y internet es un problema. Hoy he marchado 10 kilometros a pie par arrivar a ... Cap Skirring y enviar este e-mail. Ahora es l'estación de la lluvia y las coches no pueden ir en la calle por Cap Skirring...

 

     

 

El contacto con Iside es muy bueno! Aquí la dirección compelta:

ACRA (Associazione di cooperazione ruale in Africa e America Latina)
Iside Baldini - Tel: + 221 4217908
isideb@tiscali.it

 

       

 

Si otros correos de la mar arrivan a Senegal, la cosa mejor es de avisar por anticipado Iside y acordar todo. ACRA puede venir a Dakar o a Zinguinchor (Casamance) directamente al barco por llevar las cosas. Si los correos quieren, pueden ir en las pueblos con ACRA a ditribuir las cosas dentro projectos corrientes, como hemos hecho nosotros.

Hemos hablado con Iside y la gente de Koubanao y hemos resumido las cosas que la gente necesita aquí por hogares de la infancia y por escuelas elementares, superiores y especialisados:

- lapiz normal y a color; bolígrafos
- cuardernos
- tijeras
- goma de borrar
- pelotas (fútbol, basket, volley, rubgy)
- juguetes
- vestidos y zapatos por ninos y adultos
- CD-player
- polvo de leche
- computer
- máquinas de coser
- ventiladores
- batería de coc
ina (platos, vasos, cubiertos, pucheros, etcétera)

 

   

 

Molto bene ragazzi, ricevuto: se qualche Corriere è diretto al Sud del Senegal il contatto è Iside Baldini

Tel: + 221 4217908 -  isideb@tiscali.it

 

 E le cose che servono sono:

- matite normali e a colori - penne
- quaderni
- tijeras
- gomme da cancellare
- palloni (calcio, basket, volley, rubgy)
- giochi
- vestiti e scarpe per bambini e adulti
- CD-player
- latte in polvere
- computer
- macchine da cucire
- ventilatori
- batterie per cucina (piatti, bicchieri, pentole, padelle, ecc..)

 

Alle prossime Vela Bianca - Tutti noi vi abbracciamo e vi auguriamo un Buon Vento e Favorevole... Ciao Doreen, ciao Mathias!


Graciela - 21 agosto 2006

Abbiamo conosciuto Graciela una domenica pomeriggio nel campo estivo Scout dei nostri figli; parlando delle nostre attività di Corrieri del Mare, Graciela ha dimostrato  una personalità gentile e sensibile dando subito la sua disponibilità; attualmente si sta occupando delle traduzioni dall'italiano allo spagnolo del sito.

 

"Soy Graciela, mama de dos scout de Olbia, ciudad de la Sardegna, Italia. Giovanni y Manuela mis hijos me llevaron a seguir un projecto scout.
Con tanta suerte que en el campo de verano, en el almuerzo encontrè dos personas estupendas, Eleonora y Davide ( la casualidad no existe). Yo parlo italiano y tambien español, en tonces despues de sentir a Davide explicar este "maxi projecto" los Correos de la Mar, queria formar parte de este "rompecabezas" donde cadauno es un pedacito para ayudar a los ninos desafortunados a creer en un mundo mejor.

Hoy es posible grazias a los Correos del Mar

Todos nosotros podemos metere un pedacito y hacer posible este suegno. Los suegnos son deseos, los deseos se realizan, basta empezar. Nosotros lo estamos haciendo."

 

Benvenuta Graciela!


Riccardo e Almudena - 4 agosto 2006

Ricki e Almudena, i due Corrieri partiti da Las Palmas per il Centro America, dopo aver fatto la loro prima consegna in Puerto Lindo de Panama, hanno raggiunto il Costa Rica ed hanno iniziato la loro nuova attività che raccontano nel sito web:

 

www.almudenadivingandsailing.com

 

Oggi Riccardo e Almudena scrivono che stanno organizzando una nuova base e cercano contatti; quindi amici, che aspettiamo, diamogli una mano.

 

   

 

"... una base logistica per le barche che vengano dagli USA, e che portano aiuti per i paesi del Centro America. Quindi se hai contatti in USA fammelo sapere. Sto cercando contatti con associazioni umanitarie in Costa Rica..."

 

Grazie Riccardo e buon lavoro!


Martha Hezemans - 28 luglio 2006

Sono felice di comunicarvi che si è concretizzato un altro obiettivo: Martha è una delle prime volontarie di Las Palmas de Gran Canaria e con questa e-mail mi invia le prime immagini scattate al primo dei punti di raccolta dei Corrieri del Mare, un esempio di costanza ed impegno ammirevoli, un esempio per tutti noi.

 

   

 

"Hola Davide, de momento te mando unas fotos del magazzino que montamos el fin de semana pasado.Ya te mandaré mas fotos..."

 

Grazie Martha, Magali e Ico, le nostre volontarie di Las Palmas.


Alessandro Cecchini - 16 giugno 2006

 

Alessandro, laureando in architettura, appassionato di mare, si avvicina ai Corrieri e offre la sua collaborazione.

Da Rosignano scrive:

"Salve, dico solo una cosa, l'incontro con Davide è stato casuale, ma il suo spirito di avventura unito alla voglia di aiutare direttamente popoli e nazioni più povere mi ha contagiato, e sono sicuro che saranno sforzi concreti e non vani. Tutto ciò mi ha fatto riflettere e così nel mio piccolo sto cercando di raccogliere vestiti, giochi e tutto ciò che potrà servire" ...

 

Grazie Alessandro, sei il benvenuto!

 


Iside Baldini - 14 giugno 2006

 

Iside Baldini, già operante in Senegal come volontaria, conosce i nostri corrieri Mathias e Doreen a Koubanau, dove avviene la consegna di aiuti di Vela Bianca e ci manda delle immagini.

 

Iside scrive dal Senegal:

 

"Caro Davide, sono Iside, uno dei contatti di Andrea in Senegal. Ho conosciuto anche Doreen e Mathias che hanno portato sulla loro barca alcuni abiti e giochi destinati all'asilo nido e scuola materna del villaggio di Koubanao. Credo loro vi abbiano scritto un messaggio e mandato informazioni sulla operazione che abbiamo fatto insieme. Io ti mando, e mando anche a loro, alcune delle foto che ho fatto. Riguardano il momento della consegna dei materiali alla scuola e della presentazione della vostra iniziativa.
L'esperienza è stata molto bella per noi e per il villaggio che hanno accolto con molto calore l'iniziativa della vostra associazione. Tra un mese sarò in Casamance e siamo rimasti d'accordo con Doreen e Mathias che ci rivediamo a vado a trovarli sulla loro barca e continueremo a chiacchierare come abbiamo fatto già su come va il mondo e anche del senso che l'operazione che state facendo può prendere se entra in sinergia con altri sforzi che vanno nella stessa direzione..."

 

   

 

Siamo in attesa del racconto dell'esperienza fatta da Mathias e Doreen ed ovviamente delle immagini da loro scattate.

 

Grazie Iside ed un "in  ... alla balena" per Vela Bianca!

 


Andrea Marini - 1 giugno 2006

 

Correos de La Mar nasce da un’ idea comune, dalla voglia di alcune persone di fare del proprio viaggio un’occasione per portare la propria solidarietà lungo la propria rotta.

Lungo la propria rotta perché Correos del La Mar è innanzi tutto una associazione di navigatori (anche se non solo). Persone che navigano per piacere, per sport, per professione.

Un associazione di persone che spesso hanno preso la decisione di viaggiare per lunghi periodi e che si sono date la possibilità di vivere i luoghi del loro viaggio in modo riflessivo, e che si sono date la possibilità di osservare più a fondo alcuni aspetti dei paesi che vanno visitando.

La possibilità di osservare molte realtà delle varie umanità che si incontrano in un lungo viaggio, realtà belle e realtà meno belle. Realtà fatte di grandi ricchezze umane, ma a volte fatte anche di grandi povertà materiali, culturali, a volte fatte di tanta voglia di fare anche di fronte alla totale mancanza di mezzi.

“Veleggiare sulle ali della solidarietà”
“Non esiste un sogno che non si possa realizzare”
“Nessuno è cosi povero da non poter aiutare qualcun’altro”
Forse queste tre frasi che stiamo portando come vessillo dei nostri progetti sono il sunto del significato della nostra associazione.

Ciò che l’associazione si prefigge è istituire una rete di “Corrieri” attivi che si adoperino non solo a trasportare con le proprie imbarcazioni (o qualsiasi altro mezzo) risorse di qualsiasi tipo, ma in primo luogo si adoperino a costituire una rete informativa.

Una rete di informazioni che individuino situazioni bisognose, progetti sociali, e qualsiasi altra situazione dove si possa far veleggiare la nostra solidarietà.
Una rete informativa che serva a far si che i nostri piccoli grandi aiuti arrivino direttamente nelle mani di chi ha bisogno, e soprattutto che viaggino a destinazione senza costi.

Correos del La Mar nasce dall’avere realizzato che esistono molte persone che hanno possibilità e voglia di fare ma che spesso non trovano il mezzo con cui attivarsi.
Cerchiamo di offrire un mezzo funzionale a queste energie naviganti.

Un idea che si sta affermando nei consensi e le adesioni che ha riscosso in questo breve tempo di esistenza.
Segno positivo che ci fa credere che l’idea funzioni.


Andrea Marini (socio fondatore)
 


Davide Freschi - 31 maggio 2006

 

Cari amici, finalmente eccoci presenti anche nel web.

I media hanno parlato tanto di noi, qui in Italia, in Spagna, in Germania, in Africa.. e hanno dato sempre il nostro indirizzo web; molti avranno tentato di accedere alle nostre pagine, ora finalmente eccoci...

Ora potete leggere, vedere quello che fino ad ora abbiamo fatto e tutto quello che vorremmo fare, soprattutto col vostro aiuto.

Chiedeteci come aiutare, scriveteci e comunicateci le vostre idee, i vostri progetti...

Nei Corrieri del Mare siamo tutti volontari, e con una grande voglia di fare qualcosa per i meno fortunati.

Ognuno mette a disposizione un pò del suo tempo, le cose da fare sono tante e già qualche progetto in corso.

A novembre partirà la regata ARC da Las Palmas de Gran Canaria, sarà questa occasione d'incontro per molti di noi.

Un primo impegno sarà quello di mettere insieme abbigliamento, scarpe, medicinali, alimentazione di base (pasta, riso...), dove viviamo abitualmente, effettuare il trasporto dal proprio paese di provenienza fino al destino con le  imbarcazioni o ... con i mezzi che ciascuno dispone.

Se non sarà possibile consegnare direttamente gli aiuti umanitari e/o le altre cose necessarie allo sviluppo dei progetti già in corso d'opera, nei paesi abitati da gente bisognosa, grazie alla base logistica dei Corrieri presente nella città di Las Palmas (sempre attiva), sarà possibile depositare questi aiuti, altri corrieri li consegneranno per voi.

Sarà importante costituire altre basi e per questo siamo alla ricerca di volontari che nel loro paese possano aiutarci a conseguire questo obiettivo.

Sarà fondamentale il lavoro di comunicazione ed informazione che i Corrieri svolgeranno in futuro.

Il Correos de la Mar  (Corrieri del Mare) sono ora una realtà costituita in associazione dove volontari già stanno operando in Capo Verde, in Senegal, in Gambia, a Panama, a Salvador de Bahia - Brasile, in Costa Rica.

Il nostro obiettivo è quindi quello di creare una rete di informazioni, di contatti in loco, di arruolare volontari, promuovere progetti e collaborare a progetti già esistenti.

Spero con tutto il cuore che il nostro messaggio arrivi ovunque...

Aiutaci a creare la rete, manda informazioni, immagini, testimonianze.

Arruolati ne "Los Correos de la Mar" anche tu...

A presto

 

Davide Freschi

 

TOP


 

Voglio aiutare

 

info@correosdelamar.com

 

    

 

languages | home | chi siamo | la storia | l'associazione | i progetticome aiutare

diario di bordo | news | rassegna stampa | articoli | links | download | contatti

 


info@correosdelamar.com
 

 www.computingsystem.it

www.antarctica-project.com